Corredino Cucciolo di Bernese

IL CORREDINO DEL BOVARO DEL BERNESE

Il giorno dell’entrata di un cucciolo nella nuova famiglia è atteso con trepidazione e rimarrà memorabile. Compito dell’allevatore è di affidare alla nuova famiglia un cucciolo sano e socializzato e di esser sempre presente con dei consigli per aiutarvi nella crescita del riccioluto.

Nel nostro allevamento ogni cucciolo è dotato di un corredino.

I nostri cuccioli crescono in ambiente familiare e l’età di affido alle nuove famiglie è verso i 70-80 giorni. Il nostro allevamento cerca di garantire il lato sanitario dei nostri cuccioli testando i genitori per le patologie osteoarticolari (displasia dell’anca e displasia del gomito), per le patologie genetiche neurologiche (mielopatia degenerativa, esone 1 e 2) e coagulative (malattia di vom Willebrand). Quindi i nostri riproduttori sono testati per il test del Sarcoma Istiocitario e, dal 2019 studiamo ogni accoppiamento con l’obiettivo di ridurre l’incidenza di questo tumore nelle future generazioni, che colpisce il 37% dei Bernesi. Per far ciò l’accoppiamento viene deciso mesi prima, sul sito Antagene, attraverso la banca dati HSIMS simuliamo i possibili accoppiamenti e il risultato è la percentuale di distribuzione degli indici A, B e C nella potenziale cucciolata.Questa banca dati puo’ aiutare l’allevatore a selezionare l’accoppiamento che produce statisticamente i migliori indici e quindi scegliere il miglior stallone.  Per ulteriori nozioni sulle malattie della razza visiti la sezione “Bovaro del Bernese – salute” (cliccare).

Allevare significa utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per selezionare soggetti sani, equilibrati e longevi.

Per favorire un’adeguata socializzazione ed un corretto sviluppo caratteriale i cuccioli fin dalla nascita sono quotidianamente manipolati. Per favorire lo sviluppo sensoriale il cucciolo appena nato viene “accarezzato” in tutte le parti del corpo cosicché gli stimoli portino a un migliore sviluppo dei centri nervosi sensitivi e motori. Queste manipolazioni (concedeteci il termine tecnico, anche se in realtà sono coccole reciproche tra noi e i cuccioli) permettono d’instaurare un legame di fiducia nell’umano. Dall’età di 30-40 giorni i cuccioli vengono portati per qualche ora all’estero in un giardinetto, tempo permettendo. In questo luogo il cucciolo inizia ad esplorare il mondo esterno, a giocare con vari giochi che stimolano l’apprendimento ed inizia il percorso d’incontro e socializzazione con altri cani di diverse età e razze, persone e bambini, rumori di vario tipo. Questo percorso favorisce lo sviluppo di un carattere socievole e docile, ovviamente bisogna sempre ricordarsi che ogni cucciolo ha una propria personalità e carattere.

Il cucciolo avrà un corredino al momento dell’entrata nella nuova famiglia, quale:

  • microchip registrato in Anagrafe Canina Piemonte con documento “inserimento e registrazione in anagrafe canina” e di “cessione microchip” al nuovo proprietario;
  • libretto sanitario con vaccinazioni idonee all’età del cucciolo;
  • trattamenti antielmintici (contro i vermi gastrointestinali) effettuati con regolarità;
  • trattamenti antiparassitari verso pulci, zecche, acari, ripetuti mensilmente (da Maggio a Ottobre verrà effettuata la profilassi verso la filaria);
  • certificato veterinario di buona salute;
  • fotocopie pedigree genitori con esiti di displasia e dei test genetici;
  • pedigree ROI o fotocopie del Modello A e B che ne garantiscono il rilascio dall’ENCI;
  • vademucum con consigli (sanitari ed alimentari) per la corretta crescita;
  • puppy kit con 1kg crocchette ed istruzioni per un ottima alimentazione durante la crescita del cucciolo;
  •  il cucciolo verrà ceduto con la prima toelettatura;
  • Ricevuta Fiscale;
  • Contratto di Cessione.

In caso di cessione all’estero ci rendiamo disponibili a fornire tutte le documentazioni sanitarie e legali per il viaggio del cucciolo verso la sua nuova destinazione.